Un “sushi come non l’avete mai visto prima”, perfetto per una cena della Vigilia di Natale più creativa che mai…

Per questo Natale, così insolito, A Tavola con lo Chef vuole farvi un regalo speciale: una lezione in diretta streaming su Facebook con lo chef Ricardo Takamitsu del ristorante di sushi nippo-brasiliano Sambamaki (Roma – Prati) assistito dalla chef e sua grande amica Angelina Santiago del ristorante Sambamaki (Roma – Parioli).

 

Chi è Ricardo Takamitsu?

Di mamma giapponese e padre brasiliano Ricardo, allievo di Ignacio Ito, arriva a Napoli 13 anni fa. Dopo l’apertura del ristorante Tender in Campania, insegue il suo sogno e si sposta nella capitale e il successo è tale che oggi è considerato un punto di riferimento per gli amanti del sushi, in particolare sono apprezzate le sue contaminazioni creative nippo-brasiliane di cui Ricardo è un vero maestro. Raggiunge un ampio pubblico anche grazie alle diverse partecipazioni televisive in programmi di cucina sui network nazionali, come La Prova del Cuoco.

Ricardo da circa un anno è entrato a far parte, come docente, della grande famiglia di A tavola con lo Chef proponendo, con successo, le sue lezioni di sushi.

Giovedì 17 dicembre 2020 alle ore 19.00 non prendete impegni, vi aspettiamo per preparare insieme due ricette esclusive che stupiranno i vostri commensali. Un “sushi come non l’avete mai visto prima”, perfetto per una cena della Vigilia di Natale più creativa che mai…

 

 

Non fatevi trovare impreparati: di seguito trovate materie prime e ingredienti necessari per eseguire una preparazione a regola d’arte insieme allo chef.

 

 

ROLL BOA SORTE (Buona fortuna): roll di salmone e spigola al forno con salsa al guacamole

Ingredienti

50g trancio di spigola

70g trancio di salmone

1 alga nori

60 gr riso per sushi

40 ml salsa teriyaki

  • Goma wakame (alghe di mare) o cetrioli tagliati a julienne
  • maionese q.b
  • uova di pesce volante q.b.
  • avocado
  • forno
  • tagliere
  • coltello

Ingredienti per salsa guacamole

n.1 avocado

  • aglio q.b.
  • 10 gr Cipolla rossa
  • Sale
  • ½ limone
  • Origano q.b.

Preparazione

Frullare l’avocado con pochissimo aglio, cipolla rossa, sale, limone e origano. 

Preparare un po’ di tartare di salmone.

Tagliare a striscia lunga il salmone e la spigola, adagiare le fettine di pesce sopra l’alga, capovolgere sul tagliere, spargere il riso di sushi sull’alga, aggiungere un velo di maionese, l’uova di pesce volante, la tartare di salmone, una striscia di avocado e l’insalata di alghe di mare. Arrotolare il tutto e mettere in forno per 3 minuti a una temperatura di 200°C.

Tagliare il maki in 6 pezzi. Guarnire il piatto con la salsa e mettere sopra i 6 rotolini di maki.

Versare la salsa teriyaki per decorare.


ROLL IPANEMA: roll di gamberoni in tempura

Ingredienti

1 alga nori 

60 gr riso sushi pronto

2 gamberoni 

70 gr goma wakame (alghe marina)

20 gr uova di pesce volante

40 ml salsa teriyaki

50 gr insalata misticanza 

50 gr farina per la tempura

50 ml acqua per la tempura

  • ghiaccio
  • 1 bianco uova
  • olio di girasole
  • padella per friggere
  • tagliere
  • coltello 

Preparazione

Friggere l’insalata misticanza nell’olio di girasole pre riscaldato a 170°C per 40 secondi.

In una ciotola unire l’acqua, la farina e il bianco d’uovo per fare la pastella. Inserire del ghiaccio per mantenere la pastella fredda.

Immergere i gamberoni nella pastella e friggere a 170°C.

Stendere l’alga nori in posizione verticale davanti a sé, dopodiché adagiarvi il riso di sushi, l’insalata di alga marina, il gambero fritto in tempura e arrotolare il maki.

Tagliare in 6 pezzi.

Impiattare i maki e poi con l’aiuto di un cucchiaino adagiare il caviale di pesce volante, versare la salsa teriyaki.


RICETTA DEL RISO PER IL SUSHI

Ingredienti

  • Riso per sushi 500g
  • Acqua 500g
  • Aceto di riso 75g
  • Sale Fino 20g 
  • Zucchero 30g
  • Alga Kombu 5g

Sciacquare accuratamente il riso in acqua fredda per eliminare le impurità. Ripetere l’operazione fino a che l’acqua sarà diventata limpida. Poi lasciare il riso a bagno per un’ora.  Scolare e lasciar riposare il riso all’interno dello scolapasta, posizionato su un’altra ciotola per 5 minuti, in una pentola dai bordi alti versare 500 g di acqua. Versare il riso. Normalmente il rapporto di riso-acqua è di 1:1, ma in base alla stagione potrebbe variare: in autunno ne servirà meno, in primavera un po’ di più.

Mettere la pentola sul fuoco e coprire con un coperchio di legno, se non lo si ha, si può utilizzare uno coperchio classico. Quando l’acqua inizierà a bollire girare il riso una sola volta con un mestolo di legno, per ottenere una cottura uniforme. Cuocere a fuoco medio per 5 minuti, poi abbassare la fiamma e cuocere per altri 7 minuti a fuoco basso. A questo punto togliere la pentola dal fuoco mantenendo il coperchio e lasciare riposare per altri 6 minuti. Poi rimettere la pentola sul fuoco a fiamma media per altri 30 secondi. Il riso dovrà risultare leggermente al dente, quindi spegnere il fuoco.

Preparare il composto di aceto di riso, che donerà un gusto leggermente acidulo.

In un pentolino versare l’aceto di riso e aggiungere il sale. Scaldare a fuoco medio-basso per far sciogliere il sale, fino a che non avrà raggiunto il bollore. Aggiungere quindi lo zucchero, mescolare  e spegnere il fuoco. Lasciar raffreddare e aggiungere l’alga kombu. Si consiglia di lavare l’alga kombu prima di aggiungerla al composto in modo da rimuovere la patina bianca, che a volte è presente all’esterno dell’alga, e in questo modo si riduce l’apporto salato.

Ora che il riso è pronto, prendere l’hangiri (o in sostituzione un contenitore basso e largo in legno o in altro materiale che non sia acciaio), bagnare le pareti interne con acqua e togliere l’acqua in eccesso: in questo modo il legno non assorbirà l’aceto. Versare il riso all’interno e aggiungere il composto di aceto filtrato.

Mescolare il riso smuovendolo di taglio per non schiacciarlo. E’ importante mescolare fino a che non apparirà lucido e ben condito. Per raffreddarlo fare aria con un ventaglio in modo che l’aceto evapori velocemente. Una volta condito trasferire il riso nell’ohitsu, il contenitore di legno, per mantenere la temperatura del riso. Coprire con un panno carta umido per mantenere il calore costante. In alternativa si può utilizzare un contenitore di legno o di acciaio coperto con un panno umido. Quando il riso sarà alla temperatura di circa 36°C è pronto per essere utilizzato e servirto per il vostro sushi. 

 

 

Seguiteci in diretta il 17 dicembre alle 19.00 su Facebook o tramite link >> (guarda diretta) …e buon appetito!


Media partner della diretta: Growell agenzia marketing roma.

2 commenti

  • Gianni Ponteggi ha detto:

    Lo Chef è molto simpatico e spiega bene facendo capire la tecnica

  • marketing ha detto:

    Vero Gianni, ed è anche molto bravo. Ti aspettiamo a scuola appena sarà possibile ricominciare con i corsi in presenza. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.