Marco Claroni    |    docente dei corsi professionali e amatoriali

Marco Claroni attualmente è docente dei corsi professionali e amatoriali della scuola di cucina A Tavola con lo Chef. Si avvicina al mondo della cucina per gioco imparando i primi rudimenti e segreti dalla madre, un’ottima cuoca.

Dopo il liceo frequenta un corso alla Federazione Italiana Cuochi e successivamente degli stage impegnativi presso l’hotel Boscolo Exedra Roma, l’Hilton e la Pasticceria Dolcemente: è così che si forma la prima corazza del giovane cuoco.

Grazie alle competenze acquisite e alla capacità di lavorare in più di una brigata di cucina, Claroni consolida la sua esperienza nei più noti ristoranti di pesce del litorale: Bastianelli e Gina a Porto Romano, entrambi a Fiumicino. Tuttavia raggiunge la piena consapevolezza di voler fare lo chef quando ha la possibilità di lavorare per quattro anni memorabili al fianco del grande chef Antonio Chiappini, presso il ristorante Tre Bicchieri al Lido di Ostia. Grazie a lui scopre la sua incontenibile passione per questo lavoro, forse perché impara da uno dei migliori.

Decide così di lanciarsi in una nuova avventura che oggi si chiama L’Osteria dell’Orologio a Fiumicino, dove Marco propone una cucina tradizionale di mare, caratterizzata da spunti di creatività che la portano a livelli gourmet.

La sua giornata tipo inizia sempre in pescheria attendendo il rientro delle paranze, così da scegliere per i suoi clienti pesce fresco e di qualità.

Marco ama rispettare l’identità dei prodotti scelti tendendo a valorizzare i sapori della cucina mediterranea, anche se i viaggi in Oriente gli hanno consentito di scoprire l’uso di spezie, tuberi ed erbe aromatiche dai sapori pungenti, per la preparazione dei suoi piatti.

Le esperienze professionali e personali lo hanno portato a spaziare dalla preparazioni di ricette della tradizione a piatti più ricercati.

L’Osteria dell’Orologio di Marco Claroni è segnalata dalla Guida Michelin 2019, selezionata da Touring Club Italiano e La Pecora Nera 2019, 16^ in classifica ne I Cento di Roma, premiata con “1 cappello” dalla Guida L’Espresso 2019, con “2 forchette” e un punteggio pari a 80 dalla Guida Gambero Rosso 2019.