CORSO PIZZAIOLO qualifica regionale

 3.500,00

Il corso è composto da lezioni teorico–pratiche e prevede la formazione di un operatore della ristorazione specializzato in grado di creare, in modo autonomo e responsabile, piatti tipici del settore…

corso professionale

Docenti: Domenico De Rosa (pizzaiolo), Alberto Di Marco (produttore ed esperto di farine), Antonio Galatà (nutrizionista), Gabriella Genua (HACCP), Andrea Giujusa (HACCP e sicurezza), Fabio Pisano (pizzaiolo) e Tonino Vespa (pizzaiolo).

Giorno: dal lunedì al venerdì; 284 ore di formazione in aula/laboratorio (47 lezioni), più 86 ore di stage curriculare, per complessive 370 ore.

Data inizio corso: 15/01/2019

Data fine corso: 16/04/2019

Orario: 8.00-14.00

Costo:  3.500,00

Sede: Via della Pineta Sacchetti, 263

PRENOTA

Descrizione

Il corso è composto da lezioni teorico–pratiche e prevede la formazione di un operatore della ristorazione specializzato in grado di creare, in modo autonomo e responsabile, piatti tipici del settore (pizza, calzoni, torte rustiche ecc.) e fritture. Imparerà inoltre a preparare prodotti di pasticceria e primi piatti per completare l’offerta gastronomica, valorizzandone la presentazione e garantendo elevati standard di qualità. Le lezioni teorico-pratiche sono tenute nell’aula della scuola, dotata di attrezzature e macchinari specifici per la preparazione e la cottura delle varie tipologie di pizza, compreso il forno a legna. Le classi sono a numero chiuso, al fine di garantire a ogni allievo un efficace e sicuro apprendimento.

Costo del corso € 3.000,00 + iscrizione € 500,00 — IVA esente (grazie all’accreditamento della scuola presso la Regione Lazio).

Il costo del corso comprende:
- attestato di qualifica professionale in caso di superamento dell’esame finale
- attestato di frequenza al corso della scuola A Tavola con lo Chef
- attestato HACCP (REG. CE 852/04) con frequenza obbligatoria
- attestato sicurezza nei luoghi di lavoro (D. Lgs 81/08) con frequenza obbligatoria
- divisa completa e scarpe antinfortunistica
- dispensa e materiale didattico
- borsone per il trasporto di divisa e materiale didattico
- materie prime e di consumo
- assicurazione INAIL
- assicurazione privata antinfortunistica per la durata di un anno
- uso delle attrezzature dei laboratori.


Per poter accedere al corso il candidato dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti:
- aver compiuto la maggiore età
- aver assolto l’obbligo scolastico
- se cittadino straniero, ai precedenti requisiti si aggiungono i seguenti: se comunitario deve conoscere la lingua italiana, se extracomunitario oltre a questo deve anche avere un permesso di soggiorno valido per tutta la durata del corso.
Il livello di conoscenza della lingua italiana sarà valutato preventivamente attraverso un test e un colloquio.


Acquisire le conoscenze relative alle farine e ai processi di fermentazione, alla manipolazione della pasta, ai condimenti e alla cottura.
Realizzare tutte le tipologie di pizza presenti sul mercato: pizza tonda, pizza alla pala, pizza in teglia, “Pinsa Romana”, pizze gourmet, utilizzando sia il forno elettrico sia il forno a legna con la sua relativa gestione, lavorando impasti con diversi livelli di idratazione e diversi tempi di lievitazione.
Svolgere consapevolmente e in piena autonomia operativa il proprio ruolo, utilizzando attrezzature e tecniche idonee nel pieno rispetto dei principi di sicurezza.


Gli argomenti trattati riguardano la scelta delle materie prime, l'approfondimento degli elementi di merceologia e di scienza dell'alimentazione, la lavorazione degli impasti per le diverse tipologie di pizza utilizzando vari metodi di cottura. Vengono inoltre
approfondite le tecniche di preparazioni di: fritture, primi piatti da gastronomia e dolci da forno.
Completano l’offerta formativa lezioni dedicate all'inquadramento della professione, alla sicurezza igienica degli alimenti e alla sicurezza nei luoghi di lavoro.


Il corso prevede un periodo di stage a completamento della formazione ricevuta in aula/laboratorio ed è propedeutico all’ammissione all’esame finale.
Lo stage è svolto in strutture selezionate dalla scuola ed è supportato dalla presenza di un tutor.


L’esame si articolerà in una giornata nella quale saranno svolte la prova teorica e la prova pratica, entrambe sostenute davanti a una commissione esaminatrice composta dal rappresentante della Regione, di altri enti istituzionali e dai docenti titolari del corso.
All’esame finale potranno essere ammessi solo gli alunni che avranno frequentato almeno l’80% delle ore di formazione previste dall’intero percorso formativo.


Al termine del corso e dopo aver superato l’esame finale, l’alunno riceverà:
- attestato di qualifica legalmente riconosciuto (ai sensi della L.R. 23/92 e L. 845/78) a livello nazionale e comunitario
- attestato di frequenza al corso della scuola A Tavola con lo Chef
- attestato come responsabile del piano di Autocontrollo HACCP sostitutivo del libretto sanitario (DGR Lazio 825/09 e Reg. CE 852/04) (frequenza obbligatoria 20 ore)
- attestato di sicurezza nei luoghi di lavoro (D. Lgs 81/08) (frequenza obbligatoria 16 ore).