CORSO PANIFICATORE qualifica regionale

 2.950,00

Quello del panificatore è un mestiere antico e intramontabile, che negli ultimi anni ha acquisito nuovo lustro, arricchendosi di nuove conoscenze, competenze e tecniche specifiche. Oggi i consumatori…

corso professionale

Docenti: Carlo Di Cristo (biologo, ricercatore, esperto di panificazione), Cristian Zaghini (panificatore, istruttore pizzaiolo), Paolo Sanguedolce (biologo, responsabile ricerca e sviluppo Selezione Casillo), Michele Armano (docente di analisi sensoriale), Andrea Giujusa (tecnico della prevenzione) Gabriella Genua (biologa) Claudio Capezzuoli (C.N.A.) Carmen Chillà (medico competente) Vittoria Mezzina (avvocato) e interventi di Gabriele Bonci (panificatore e pizzaiolo).

Giorno: giovedì, venerdì e sabato - 210 ore di formazione in aula/laboratorio (31 lezioni) e 60 ore di stage curriculare, per complessive 270 ore

Data inizio corso: 24/01/2019

Data fine corso: 23/04/2019

Orario: dalle 6 alle 8 ore al giorno (giov. 15-21, ven. 15-21, sab. 8,30-16,30)

Costo:  2.950,00

Sede: Via della Pineta Sacchetti, 263

PRENOTA

Descrizione

Quello del panificatore è un mestiere antico e intramontabile, che negli ultimi anni ha acquisito nuovo lustro, arricchendosi di nuove conoscenze, competenze e tecniche specifiche. Oggi i consumatori sono molto più attenti alla qualità del prodotto e le aziende del settore cercano con sempre maggior frequenza personale competente e altamente qualificato. Questo corso professionale si propone di formare operatori specializzati, in grado di rispondere alle reali esigenze del mercato, puntando su un settore che non conosce crisi e si mostra in continua evoluzione. Partendo da un approfondito studio degli elementi di merceologia (acqua, farine, lieviti, ecc.) sotto la guida di docenti esperti della materia, gli allievi apprenderanno le tecniche di lievitazione e produzione degli impasti, i metodi di lavorazione e le diverse tipologie di cottura per la realizzazione di pane, pizza e lievitati dolci. Le lezioni si svolgeranno il giovedì, il venerdì e il sabato, in orari che facilitino anche la frequenza di chi ha già un’occupazione e desidera riposizionarsi nel mercato del lavoro. Il percorso formativo comprenderà una parte dedicata all’analisi sensoriale del prodotto e si arricchirà della visita guidata a due impianti molitori. Oltre all’approfondita formazione teorico-pratica, il corso offre un’estesa panoramica del settore, con lezioni specifiche sulle modalità di avvio di impresa e sull’inquadramento della professione di panificatore. Per consentire al futuro professionista di svolgere con consapevolezza e in piena autonomia operativa il proprio ruolo, il percorso formativo si arricchisce, inoltre, di lezioni sull’HACCP, sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, sulla prevenzione incendi, sull’organizzazione del laboratorio e l’utilizzo delle varie attrezzature.

Costo del corso € 2500,00 + iscrizione € 450,00 — IVA esente (grazie all'accreditamento della scuola presso la Regione Lazio).
Il costo comprende:
- attestato di qualifica legalmente riconosciuto (ai sensi della L.R. 23/92 e L.845/78) a livello regionale, nazionale ed europeo
- attestato di frequenza al corso della scuola A Tavola con lo Chef
- attestato di sicurezza nei luoghi di lavoro (D.L.gs 81/08) (frequenza obbligatoria)
- attestato addetto alla gestione emergenza antincendio (frequenza obbligatoria)
- attestato come responsabile del piano di Autocontrollo H.A.C.C.P. sostitutivo del libretto sanitario (DGR Lazio 825/09 e Reg. CE 852/04) (frequenza obbligatoria)
- dispensa e materiale didattico
- materie prime e di consumo
- assicurazione INAIL
- uso delle attrezzature dei laboratori
- divisa da panificatore composta da: maglietta, pantalone, scarpa antinfortunistica
- borsone per il trasporto della divisa e del materiale didattico


Per poter accedere al corso il candidato dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti:
- aver compiuto la maggiore età
- aver assolto l’obbligo scolastico
- se cittadino straniero, ai precedenti requisiti si aggiungono i seguenti: se comunitario deve conoscere la lingua italiana, se extracomunitario oltre a questo deve anche avere un permesso di soggiorno valido per tutta la durata del corso.
Il livello di conoscenza della lingua italiana sarà valutato preventivamente attraverso un test e un colloquio.


Acquisire i segreti e le tecniche di una tra le più antiche tradizioni culinarie, arricchendo la conoscenza di ogni allievo con lo studio delle materie prime, delle tecniche di lievitazione, lavorazione, conservazione e cottura degli impasti, attraverso l’utilizzo di attrezzature tradizionali e moderne. Sotto la guida attenta di docenti esperti di panificazione, gli allievi impareranno come realizzare prodotti da forno improntati alla qualità e all'eccellenza. Ciò al fine di rendere le proprie competenze spendibili all'interno di un settore in costante evoluzione, che guarda al futuro pur senza tradire i valori del passato.


Il corso tratterà le seguenti materie:

- Organizzazione del laboratorio e utilizzo delle varie attrezzature
- Inquadramento della professione di panificatore
- La biga e il poolish
- Le varie tipologie di pane: pane bianco, pane ai multicereali, pane di semola, pane di orzo, pane di segale
- La pizza
- Biscotteria dolce e salata
- I lievitati dolci
- I grandi lievitati
- Analisi sensoriale dei prodotti da forno
- HACCP
- Sicurezza nei luoghi di lavoro
- Contrattualistica del lavoro
- Nozioni di primo soccorso
- Prevenzione incendi e gestione delle emergenze


Il corso prevede un periodo di stage a completamento della formazione ricevuta in aula/laboratorio ed è propedeutico all'ammissione all'esame finale.
Lo stage è svolto in strutture selezionate dalla scuola ed è supportato dalla presenza di un tutor.


L’esame si articolerà in due giornate nelle quali saranno svolte la prova teorica e la prova pratica, entrambe sostenute davanti a una commissione esaminatrice composta dal rappresentante della Regione, di altri enti istituzionali e dai docenti titolari del corso.
All'esame finale potranno essere ammessi solo gli alunni che avranno frequentato almeno l’80% delle ore di formazione previste dall'intero percorso formativo.


Al termine del corso e dopo aver superato l’esame finale, l’alunno riceverà:
- attestato di qualifica legalmente riconosciuto (ai sensi della L.R. 23/92 e L. 845/78) a livello nazionale e comunitario
- attestato di frequenza al corso della scuola A Tavola con lo Chef
- attestato come responsabile del piano di Autocontrollo HACCP sostitutivo del libretto sanitario (DGR Lazio 825/09 e Reg. CE 852/04) (frequenza obbligatoria 20 ore)
- attestato di sicurezza nei luoghi di lavoro (D. Lgs 81/08) (frequenza obbligatoria)
- attestato addetto alla gestione emergenza antincendio(frequenza obbligatoria).